EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19

covid19

In considerazione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, le Banche e le Società del Gruppo La Cassa di Ravenna assicurano la piena continuità aziendale e continuano a svolgere le proprie attività in favore della clientela.


In linea con le disposizioni delle autorità governative, le Banche e le Società del Gruppo La Cassa di Ravenna, hanno realizzato interventi per contenere il rischio di contagio, rivolti sia ai propri dipendenti sia alla clientela, rafforzando i presidi igienico-sanitari.

 

 ACCESSO ALLE MISURE

Anche in questo difficile momento, SIFIN S.r.l. è sempre accanto alla propria clientela al fine di sostenere le Imprese con interventi che recepiscono immediatamente le agevolazioni previste dal D.L. n. 18 del 17 marzo 2020“Decreto Cura Italia” (Art.56 - Misure di sostegno finanziario alle micro, piccole e medie imprese colpite dall’epidemia di COVID-19) come modificato dall’art. 65, comma 1, Decreto Legge 14 agosto 2020 n. 104 “Decreto Agosto” (Proroga moratoria per le PMI ex articolo 56 del decreto-legge n. 18 del 2020), che prevede:

  • Per le imprese già ammesse alle misure di sostegno previste dall’art. 56, comma 2, del cd. Decreto Cura Italia, la proroga automatica della moratoria fino al 31 gennaio 2021, senza alcuna formalità, salva l’ipotesi di rinuncia espressa da parte dell’impresa beneficiaria, da far pervenire alla Banca entro il 30 settembre 2020;
  • Per le imprese che, alla data di entrata in vigore del Decreto Agosto, presentino esposizioni che non siano ancora state ammesse alle misure di sostegno dell’art. 56, comma 2, del cd. Decreto Cura Italia, la possibilità di essere ammesse secondo le medesime condizioni e modalità previste dal predetto art. 56.

 

SIFIN S.r.l. ha da subito messo a disposizione soluzioni: accedervi è semplice, immediato e consente di effettuare le richieste a distanza.

Al fine di beneficiare delle misure di sostegno finanziario, può farne richiesta l’Impresa che autocertifica - ai sensi dell’art. 47 DPR 445/2000 - di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e che alla data del 17 marzo 2020, abbia dei seguenti requisiti:

  • Tipologia: micro Imprese, PMI* e lavoratori autonomi titolari di partita IVA
  • Esposizioni debitorie: Imprese con esposizioni debitorie NON deteriorate


Definizioni:

  • * PMI - imprese con meno di 250 dipendenti, il cui fatturato annuo non superi i 50 milioni di euro oppure un totale di bilancio annuo non superiore ai 43 milioni di euro.

 

RINUNCIA ALLA PROROGA AUTOMATICA FINO AL 31 GENNAIO 2021

Qualora le imprese già ammesse alle misure di sostegno previste dall’art. 56, comma 2, del cd. Decreto Cura Italia, vogliano rinunciare alla proroga automatica, fino al 31 gennaio 2021, della moratoria, dovranno inviare, via PEC all'indirizzo sifinsifin2@legalmail.it, lettera di rinuncia su propria carta intestata debitamente datata e firmata (anche digitalmente), facendo riferimento alla cessione di credito/dilazione di pagamento che non si intende prorogare, entro il termine del 30 settembre 2020, allegando copia del documento di identità in corso di validità.

 

 

 COSA FARE

  1. Scaricare, compilare e firmare il seguente modello:
  2. Inviare il documento sopra indicato, unitamente a una copia del documento di identità in corso di validità e al proprio recapito telefonico, all'indirizzo PEC sifinsifin2@legalmail.it
  3. Riceverà in brevissimo tempo le indicazioni per concludere la pratica

 

APPROFONDIMENTI (F.A.Q.)

 

Per eventuali ed ulteriori informazioni, ci contatti attraverso i seguenti canali:

 

 

I siti delle Banche e delle Società del Gruppo La Cassa di Ravenna vengono costantemente aggiornati per veicolare tempestivamente le comunicazioni utili alla Clientela, in base all’evolversi degli eventi e delle disposizioni di volta in volta disposte dalle autorità competenti.

Gruppo Bancario La Cassa di Ravenna

Gruppo Autonomo di Banche Locali